ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

I riflessi positivi della crisi

Editoriale - Lotta  agli  sprechi,  recupero  energetico, consumi a chilometri zero, ma anche attenzione alla felicità, alla fiducia e alla qualità delle relazioni nell’ambito produttivo

di Alberto Ferrucci

Alberto Ferruccida "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.37 - Inserto redazionale allegato a Città Nuova n.13 - 2013 - luglio 2013

La libertà di movimento dei capitali, dopo la caduta del muro di Berlino, ha reso possibile la globalizzazione  dell’economia mondiale, mentre la cancellazione,  avvenuta nel ’95, dei vincoli posti a salvaguardia del risparmio dopo la crisi del ’29 ha  reso  disponibile  una tale  liquidità  monetaria da scatenare uno sviluppo  capace  di  riscattare dall’indigenza due miliardi di persone.

Sembrava  di  aver  scoperto  la  formula  per  il benessere  senza  confini ed inflazione, ma quando la richiesta di più energia dovuta allo sviluppo è arrivata a superare le possibilità  di  produzione,  il forte aumento del prezzo del petrolio ha innescato l’inflazione: l’aumento del costo del denaro, deciso per contrastarla, ha reso molti debitori insolventi e ha bloccato i nuovi consumi basati sul debito.

In  quegli  anni  il  crollo dei consumi, ricorderete, provocò perdite di posti di lavoro e problemi sociali per i più deboli e giovani, una spirale negativa che si rivelò una vera crisi di astinenza dalla droga del debito facile: riapparvero i foschi presagi del secolo scorso, quando la crisi del ‘29  aveva  favorito  l’imporsi del nazismo che era sfociato  in  una  terribile guerra mondiale.

Oggi per scongiurare simili  prospettive,  molti studiosi,  operatori  economici ed uomini di cultura sono alla ricerca di una  terza  via,  nuova  e pacifica,  capace  di  portarci verso uno sviluppo sostenibile. Nel frattempo i politici, chiamati ad affrontare  l’emergenza del  presente,  cercano  di ritornare  allo  sviluppo pre–crisi, chiedendo alle loro  banche  centrali  di mettere  in  circolazione una nuova enorme liquidità monetaria.
Essi  si  rendono  conto che così si tornerà a fare i conti con i limiti del pianeta, anche se quello dell’energia  è  diventato  meno  stringente  per lo sviluppo delle energie rinnovabili e la scoperta della vasta disponibilità di gas e petrolio di “scisto”; ma di limiti del pianeta ne dovremo affrontare altri, come la riserva di acqua potabile,  la  desertificazione, le terre rare per la tecnologia moderna, e, tra questi, per primo l’effetto serra,  che  già  sta  sciogliendo i ghiacci artici e sconvolge le stagioni.

Gli  sprechi  di  risorse  del pianeta indotti dalla cultura attuale, che predica una  N37 Pag3 editoriale ridrealizzazione  umana fondata sul prevalere dell’uomo sull’uomo, sono immensi: adesso, mentre il mondo sopravvive con il “metadone” della liquidità monetaria,  occorre  affrettarsi a diffondere una nuova cultura. Una cultura che si sta elaborando nella società  civile  con  tante  iniziative  anche  piccole, per il verde nelle città, il  recupero  energetico, il consumo a chilometri zero, gli acquisti solidali, la condivisione degli attrezzi, l’uso della  bicicletta ed il risparmio etico, mentre  cresce
l’attenzione del settore accademico per i temi della felicità, della fiducia, della valorizzazione dei  rapporti  personali legati all’economia.

Tutti fatti che in qualche modo rivalutano l’operare insieme per un bene comune che è anche quello di ciascuno, che rimette in luce il valore antropologico ed economico del messaggio  del  Vangelo: «Date e vi sarà dato: una misura  colma,  pigiata, piena  a  traboccante  vi sarà versata in grembo».

Messaggio che è il fondamento  dell’impegno a crescere insieme della cultura  di  comunione, che rende preziosa l’opera su vari fronti di cui si parla in questo numero, a favore delle periferie del mondo, care a papa Francesco, volta a diffondere la teoria e testimoniare la pratica di un’economia di tal genere.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it