ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Scuola Edc Recife: fioriscono nuove imprese

"Questo non è semplicemente un convegno fra economisti, ma fra gente che vive l'economia come vocazione"

di Daniel Fassa

pubblicato su cidadenova.org.br

120712_Recife_Scuola_12Nella quarta e ultima giornata della Scuola Latino-americana di Economia di Comunione, la "nuova primavera" evocata dall'  economista Luigino Bruni sembra iniziare a realizzarsi. Alla cerimonia di chiusura, durante la quale tutti i partecipanti hanno in vario modo dichiarato il proprio impegno per con la diffusione di questo nuovo paradigma economico, alcune iniziative hanno richiamato l'attenzione.

L'imprenditore João Laurindo da Silva, che possiede un negozio di falegnameria a Jaboatão-PE, ha dichiarato che alla fine del 2012 aprirà una falegnameria industriale al Polo Ginetta, dove attualmente sono installate tre imprese EdC. La sua idea non è solo quella di espandere il proprio business, ma di usarlo per formare professionalmente giovani in situazioni di rischio, dando loro tutta la tecnica e l'esperienza maturata in oltre 40 anni di professione.

Un altro imprenditore Edc che sta muovendo i suoi primi passi verso il Polo Ginetta è Glaison Citadin, proprietario della Dominus - Automazione, Sistemi e Azionamenti120712_Recife_Scuola_13 di Curitiba. Con la sua impresa consolidata al Sud del Brasile, Citadin aprirà un ufficio al nordest, nell'intento, anzitutto, di rafforzare l'economia di comunione nella regione, oltre al poter usufruire della buona infrastruttura offerta dal Polo e del promettente mercato locale.

Infine, un gruppo di tre avvocati e due commercialisti dagli stati del Parana e San Paolo ha annunciato la creazione del Gruppo di Supporto alla pianificazione delle Aziende di Economia di Comunione, che fornirà consulenza agli imprenditori che aderiscono al progetto. "Faremo questo lavoro a titolo gratuito", ha detto Luiz Antonio Brandalise di Ponta Grossa-PR.

"Questo non è semplicemente un convegno fra economisti, ma fra gente che vive l'economia come vocazione", ha affermato Luigino Bruni alla conclusione della Scuola. Per Bruni, è da questa chiamata alla profonda trasformazione della realtà che dipende lo sviluppo del progetto in futuro. "Ognuno al suo posto, l'avventura è la stessa. Lavoriamo insieme per far sì che ci siano sempre meno poveri, sempre meno sofferenza e sempre più comunione", ha concluso l'economista, che ha affermato di aver imparato molto dai latino-americani durante i quattro giorni dell'evento.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it