ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Sophia ed Edc: un percorso in crescita

Il progetto di Economia di Comunione (EdC) continua a sostenere l’attività accademica dell’Istituto. Tra le sfide in campo il finanziamento delle borse di studio per gli studenti extra europei.

di Daniela Ropelato

pubblicato su iu-sophia.org

Studenti_2012_rid"Il valore strategico della partnership tra il nostro istituto e il progetto EdC è venuto ancora una volta in grande rilievo" – ha affermato il preside, Piero Coda, al Consiglio di Amministrazione dello IUS del 18 giugno scorso, dove si sono tirate le somme della consolidata collaborazione. “Il fatto che i primi passi dell’Istituto siano facilitati e sostenuti, anno per anno, dal contributo insostituibile dell’EdC rappresenta per lo IUS una garanzia e una precisa fonte di responsabilità”.

Gli fa eco Luigino Bruni, economista e coordinatore internazionale del progetto EdC: “Lo IUS continua a rappresentare uno dei progetti più innovativi e qualificanti”. La Commissione internazionale di EdC devolve infatti allo IUS 200.000 euro l’anno, provenienti dall'adesione al progetto di centinaia di imprenditori in tutto il mondo che, in piena libertà e nel rispetto della propria mission aziendale, scelgono di condividere una quota di utili per destinarli a finanziare progetti di formazione alla “cultura dell'unità”. Tale ampio programma rappresenta una delle condizioni imprescindibili per far crescere una economia e una società fraterna e solidale.

Tra i progetti individuati si colloca anche lo IUS, che, a sua volta, risponde a tale operazione di finanziamento con forme di cooperazione che si vanno consolidando sotto molteplici profili, non ultimo il fatto che vari studenti possano introdurre nel curriculum accademico periodi di stages aziendali, per lo più nella pausa estiva, in Italia e all’estero, presso imprese che fanno parte del circuito internazionale EdC e che offrono volentieri tale tirocinio formativo ai giovani interessati.

Un altro indicatore che dice la crescente collaborazione è l’incremento in quantità e in qualità di studi specialistici e progetti di ricerca nel settore sull’EdC, condotti a termine sia da studenti del corso di Laurea che del corso di Dottorato. Per tutto questo, il progetto di EdC può essere definito una vera e propria colonna dello IUS.

Le prossime sfide sono soprattutto di ordine gestionale ed economico/finanziario. Il numero di iscritti alla Laurea magistrale, che in  situazione ordinaria dovrebbe assestarsi intorno ai 40 studenti all'anno, e la necessità di provvedere alla ricerca di borse di studio per quanti provengono da fuori Europa, determina un significativo disavanzo nel bilancio annuale, cui le sovvenzioni esterne ci permettono di fare fronte.

La comunità accademica è consapevole e grata all’EdC per il concorso di ideali e di risorse che ci permette di portare avanti con serenità il nostro lavoro – aggiunge ancora il preside -. E guardando ai prossimi anni, siamo convinti che la scelta di proseguire insieme non mancherà di moltiplicare i risultati conseguiti finora”.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it