ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

I molti caratteri del mercato

I molti caratteri del mercato

di Giampietro Parolin

da "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.31 - maggio 2010

N31_Pag._26_Lethos_del_mercatoDa tempo Luigino Bruni investiga sulla natura dei rapporti umani. Lo ha fatto come economista, guardando alle diverse forme di reciprocità che toccano le faccende economiche. Ha ampliato lo sguardo di scienziato sociale al rapporto fra economia e felicità. Si è inoltrato in quell’oscuro ma anche luminoso territorio delle relazioni pienamente coinvolgenti che toccano tutti gli ambiti della vita, foriere di ferite e benedizioni. Il lettore che non avesse seguito il viaggio intellettuale del nostro Autore attraverso alcuni dei suoi testi più noti - L’economia la felicità e gli altri (2004), Reciprocità (2006), La ferita dell'altro (2007), solo per citarne alcuni – troverà in questo saggio, che qui presentiamo, una sorta di compendio della sua produzione.

Partendo dal titolo, si può intuire che “ethos” ed “etica” condividono la stessa radice greca, ma mentre “ethos” significa “l'atteggiamento morale di base delle persone”, “etica” è invece la teoria riguardante gli atteggiamenti morali. Quindi, parlare di ethos del mercato vuol dire occuparsi del carattere, del temperamento del mercato.

 

Il percorso che viene offerto al lettore, è quello che tocca i diversi caratteri del mercato e naturalmente (!) delle persone. In una prospettiva storica che dà conto della ricchezza delle teorie e delle esperienze umane del passato, il libro offre una visione ampia e propositiva sul funzionamento del mercato come istituzione e come terreno di incontro di persone e istituzioni.

Se, nei testi precedenti, l’attenzione era rivolta soprattutto ai singoli rapporti, in questo lavoro l’autore sposta il fuoco sulle istituzioni, usando però, le chiavi di lettura che da studioso e attento osservatore della realtà ha potuto maturare nel tempo.

Ecco che la prospettiva delle diverse forme di reciprocità – eros, phlia, agape – diventa in questo lavoro, lo stampo di altrettante forme istituzionali, di altrettanti caratteri del mercato. In questa indagine si intrecciano le visioni più ottimistiche e quelle più pessimistiche sul comportamento umano, offrendoci i caratteri prevalenti dell’uomo moderno; caratteri, che hanno contribuito a forgiare le istituzioni civili ed economiche che conosciamo: stati, mercati e le diverse organizzazioni che li compongono, fra cui le imprese.

Nella storia recente sono prevalse l’idea di “uomo lupo” di Hobbes e quella di homo economicus “auto interessato” di Smith. Idee che hanno generato N31_Pag._26_Gian_Pietro_Parolinistituzioni leviataniche. Non spaventi il termine, si tratta di istituzioni dove un terzo – il contratto, lo stato, la gerarchia – fa in modo che le nostre relazioni non diventino conflitti o che tali conflitti siano sanati. La crisi della modernità politica, sociale ed economica offre lo spunto all’autore per esplorare forme diverse di istituzioni, fra cui il mercato, ed attitudini diverse delle persone.

Il recupero della fraternità come “carattere” delle istituzioni e delle persone mi pare la parte più intrigante ed innovativa del volume. Anche perché l’autore non si limita ad auspici, ma guarda alle esperienze antiche e recenti per trovare sostegno in questa ardita esplorazione. Ciò che convince è il fatto che la fraternità non sia vista come carattere escludente gli altri, quanto piuttosto come possibilità di sviluppo a partire dalle forme di relazione e di istituzione attuali.

Come ha fatto per le relazioni interpersonali, dove ha dimostrato e suggerito che la pienezza dell’umanità si raggiunge vivendo le diverse forme di reciprocità, dal contratto all’agape (amore disinteressato) passando per l’amicizia, Luigino Bruni sostiene ora la necessità di fare altrettanto per le istituzioni.

Aprire spiragli di fraternità consapevole è la grande sfida che l’autore propone alle istituzioni e alle persone che le progettano e le governano. Questa sfida è tanto più importante per quelle istituzioni, come le imprese di EdC, che desiderano in modo esplicito portare la fraternità anche nella vita economica, nella vita di tutti i giorni, dentro e fuori le imprese. è una sfida ardua che chiede la preparazione e la sagacia degli esploratori.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it