ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Cono Sud: una EdC, tante vocazioni

Argentina: cronaca del 36° incontro Edc del Cono Sud: un’incontro interamente organizzato dai giovani.

150913 Cono Sur 0180 persone si sono trovate a Buenos Aires dall’11 al 13 settembre per l’atteso incontro EdC della regione del Cono Sud, questa volta interamente organizzato dai giovani. Relazioni, testimonianze, gruppi di lavoro, spazi di dialogo, giochi e perfino un salotto diventato pub con musica dal vivo per l’occasione.

Un’impresa non basta” era il titolo dell’incontro. Un invito ad andare oltre i confini dell'azienda e aprirsi ad altri imprenditori, docenti, ricercatori, consumatori, lavoratori, progetti sociali, persone in difficoltà... per fare una vera economia di comunione con tutti.

Da esperienze e riflessioni, sono emerse le caratteristiche del leader di comunione, che é fonte di relazioni. Il fatto di aprirsi all’altro ed essere attenti ai bisogni risveglia la creatività che talora diventa innovazione sociale, come nel caso di Nomines, la azienda di Leandro Simeoni, un amico dell’EdC che ha venduto la sua macchina per aprire un contact center dove lavorano persone diversamente abili e dove si crea software accessibile a tutti.

Lo sviluppo nasce dal legame di fiducia che consente di generare 150913 Cono Sur 02cose nuove. Un chiaro esempio ne è il Programma di Turismo Sostenibile e Solidale NOA, dove Agustín Cabezas, con la sua squadra, accompagna le comunità indigene e rurali che vogliono intraprendere nel settore del turismo. Attraverso l’AMU si è sviluppato un progetto di microcredito nella zona Nordovest dell’Argentina.

Le aziende EdC, come tutte, devono subire anche momenti di  crisi. La differenza è la possibilità di vivere queste crisi insieme. Problemi economici e di relazione, licenziamenti, furti, disastri naturali... Il carisma dell’EdC dona occhi nuovi per trovare la benedizione in mezzo alla ferita, per misurare il successo in termini di comunione, per andare avanti anche quando la gratuità è delusa.  

E’ stata una sorpresa scoprire la varietà di vocazioni che genera l’EdC. Una casalinga ha raccontato che fa la spesa in un negozio di prossimità invece del supermercato per il rapporto di comunione che può istaurare con i titolari, che lavoravano molto per poter andare avanti. Una docente ha capito la grande sfida che rappresenta la scuola con i suoi allievi. Un dipendente di una azienda EdC ha detto che si sentiva veramente una parte importante di un unico corpo. Un giovane semplicemente ha detto: “so solo che per me voglio l’EdC, ed essere qui tra voi”.

150913 Cono Sur 04C’è stato anche un momento per rivivere, attraverso esperienze, foto e video, il congresso internazionale di Nairobi del  maggio scorso. Sette dei partecipanti hanno raccontato quello che hanno vissuto e imparato: scoprire prima le ricchezze dell’altro per poi condividere le povertà e le ricchezze con uguale dignità; mettersi davanti ad ogni persona pronti a imparare.

Durante l’incontro è arrivata la notizia che una delle aziende EdC presenti all’incontro aveva subito un furto: un dipendente era stato aggredito e era stato rubato un veicolo aziendale insieme ad una certa quantità di denaro. Dopo aver condiviso insieme questo dolore, ancora una volta la cassa del cielo si è aperta: il dipendente si stava riprendendo e veicolo e denaro sono stati recuperati.

L’EdC esiste gia nel cuore delle persone. Chi sa se chi oggi150913 Cono Sur 03 si avvicina per capirla, un giorno la scoprirà come propria passione, compito e meta. Passione perché per essa vivrà, gioirà e soffrirà. Compito perché si sentirà spinto a dare forma alla vita secondo i suoi principi e a diffonderla con urgenza. Meta perché farà parte, come in un mosaico, della costruzione di un Mondo Unito.

Ver Galería Fotográfica

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it